L’Italia, l’utile idiota d’Europa

CJFwj5cWUAAemWbArticolo scritto per Fanpage il 13 luglio 2015.

Io me lo immagino Renzi stanotte. Stava là, seduto in un angolo con lo smartphone in mano, a scorrere la bacheca facebook e ascoltare distrattamente quello che si diceva. Sai che palle, di notte su facebook non c’è mai nessuno. Al massimo lo status malinconico di qualche insonne, le foto di un paio di Mojito e, visto il periodo, di qualche cocktail in barca. Deve essere stata durissima per lui. Ogni tanto, più per noia che per altro, avrà alzato la mano in cerca di attenzioni. Fino a che non si stancava e la riabbassava, rassegnandosi nell’attesa dell’ennesimo giro di caffè.

continua su: http://www.fanpage.it/l-italia-l-utile-idiota-dell-europa/
http://www.fanpage.it/

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in blog e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a L’Italia, l’utile idiota d’Europa

  1. loscalzo1979 ha detto:

    Articolo scritto bene, ma non mi sento di condividere del tutto l’opinione.
    Non avremo raggiunto traguardi epici nella politica estera italiana recente (colpa degli errori fatti dai precedenti governi in materia) ma alcuni risultati sono stati raggiunti: aver portato in discussione la ridistribuzione dei migranti negli altri paesi UE (dibattito ancora in corso), il buon lavoro fatto dalla Mogherini nel dialogo fra USA e IRAN come rappresentante UE, le discussioni al tavolo della Grecia per far rimanere il paese ellenico nell’Unione ….

    Non faremo gesti plateali come Tzipras che lancia le giacchette o gli sguardi di ghiaccio della Merkel o di Schlaube, ma voglio ricordare che a capo della BCE c’è un italiano (draghi) e che il piano economico presentato da Padoan ha avuto apprezzamenti dal parlamento europeo.

    Ci vorrà del tempo per recuperare quello che abbiamo perso in europa di credibilità, ma credo siamo sulla giusta strada.

    Mi piace

    • errecinque ha detto:

      A parte che non sono d’accordo sul piano generale, poi in questo singolo caso (la discussione sulla Grecia) non credo assolutamente che abbiamo avuto la minima utilità.

      Mi piace

      • loscalzo1979 ha detto:

        Si è agito su due fronti: sostenere la posizione di non far uscire dal sistema monetario la Grecia ma al contempo non fare della Grecia la causa-pilota per far fare ad altri stati lo stesso giochino (non ti do niente e anzi mi tagli i debiti).

        Tra l’altro ho sempre sostenuto dall’inizio che Tzipras non stia facendo cose tanto diverse da quelle fatte in Italia da Renzi, specie se voleva far uscire dalla crisi il paese: tagliare spese statali, privatizzare i mercati energetici e ridurre la giungla dell’assistenzialismo statale.

        Ragazzi, se si vuole uscire dalla crisi bisogna sacrificarsi, in primis chi ha avuto posizioni di privilegio fino a poco prima; io sostengo e in genere, dati storici alla mano, i fatti hanno sempre dato ragione su una cosa: se scontenti gente del tuo partito, i sindacati e gli statali, 9 volte su 10 vuol dire che stai facendo bene.

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...