Archivi categoria: blog

Gli auguri di una mezza nevrotica ossessiva

Esiste un modo molto semplice ed estremamente efficace per essere felici, ed è non farci assolutamente caso. Appena vi accorgerete di esserlo, Continua a leggere

Annunci
Pubblicato in blog | Lascia un commento

Brutti, sporchi e cattivi

Domenica sera siamo andati a consegnare il materiale raccolto per gli sfollati di via Prenestina 944, un’occupazione abitativa in un ex albergo, dove hanno trovato rifugio 170 famiglie, per un totale di più di 500 persone, di cui pochissimi italiani, … Continua a leggere

Pubblicato in blog | Lascia un commento

Sola me ne vo per la città

Ieri sera me ne andavo in giro tutta sola. Tornavo da casa di Maura, la mia amica, e mi dirigevo a Sparwasser, il mio circolo Arci, nel primo buio serale di questo turbolento inizio d’inverno. Trotterellavo spensierata col mio zaino … Continua a leggere

Pubblicato in blog, la crisi dei 29 | Lascia un commento

Le promesse non mantenute a un bambino di cinque anni

Ieri Errecinque ha compiuto cinque anni.

È in quell’età in cui si sta saldamente sulle proprie gambe, si conoscono pressoché tutte le parole essenziali, si comprendono ragionamenti non troppo articolati e, tendenzialmente, ci si fa una propria idea di alcune cose. Continua a leggere

Pubblicato in blog, la crisi dei 29 | 1 commento

Quella di Macerata è la storia dei ribelli

Ogni storia ha, a seconda di come la racconti, un significato diverso. Se qualcuno ti racconta che in una galassia lontana e lontana, in perenne guerra, qualcuno ha provato a dare ordine ma un gruppo di folli continua a destabilizzarlo … Continua a leggere

Pubblicato in blog | Lascia un commento

Un sacco di cose tutte insieme

Prologo: Corviale Ieri sono stata tutto il giorno a Corviale per lavoro. Corviale è un posto in cui qualche pazzo criminale ha pensato di far costruire un palazzone lungo 1 km in mezzo al nulla. 1 km di cemento, per 1200 nuclei … Continua a leggere

Pubblicato in blog, Sproloqui | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

La ragione per la quale non vi permetterò mai più di parlare del mio corpo

L’avete posta come un problema di classifiche, come l’inopportunità di fare i conti sulla pelle delle persone e di stare a verificare quali e quanti stupri commettessero italiani, migranti, biondi, belli o brutti. La verità è che non ve ne … Continua a leggere

Pubblicato in blog | Lascia un commento